Un benvenuto a Mimmo Marfè

mimmo.jpg

A nome di tutti i ragazzi di Mare Forza Nove do il benvenuto tra noi al grande Mimmo Marfè. E’ inutile celebrare le gesta del nostro gradito ospite spiattellando il curriculum o elencando le collaborazioni e le pubblicazioni che Marfè ha firmato. Posso soltanto dire che mi auguro che questa “collaborazione” duri il più a lungo possibile perchè credo che per il nostro blog un pò di “vero” sapere abbinato alla nostra ironia sia il massimo.

Orata4me.

leccia.jpg

Ciao ragazzi, sono Mimmo Marfè, un pescatore come voi che nella vita ha avuto la fortuna che una delle sue più grandi passioni diventasse anche un lavoro. Bello! Lo auguro a tutti voi. Mare Forza nove! Capperi, mi sento inadeguato, io pesco anche forza olio! Sono espulso o solo ammonito? Scherzo, bando ad ogni fondamenta e godiamoci il nostro Mediterraneo comunque esso si presenti. Perché poi, volete conoscere la mia verità?, di pesce se ne prende più oggi che in un passato abbastanza remoto. Parlo di quelle situazioni ove sono presenti grandi agglomerati urbani, tipo Napoli o Roma, dove erano presenti anche industrie pesanti, vedi l’Italsider di Bagnoli o la Cementir, grandi fonti inquinanti, come può essere il Tevere, luoghi dove sembra che la pesca, specie quella dalla spiaggia stia rinascendo. Ma non è solo così; anni orsono dico 20 o 25, le stesse attrezzature non consentivano tecnicamente le performance che oggi il complesso pescante formato da canna, mulinello, fili, ami, piombo, ci permettono. La lunga distanza con canne paraboliche in purissimo fenolico era sono una dichiarazione di intenti. Non c’era altro lancio che il primitivo ed approssimativo lancio sopra la testa, che poi dopo abbiamo definito above. Io che dai miei rari amici di pesca ero considerato un temerario, per la pesca leggera alle mormore mettevo in bobina filo Maxima (ottimo per l’epoca) dello 0,25 e parastrappi del 45. Le canne? La prima una Lerc fissa, rigida come un cadavere, modificata a canna da lancio. Gli ami? Mutuati dalla pesca con le coffe. Poi piombi artigianali con colate in cucchiai e cucchiaini, finali minimo del 25.. per non parlare poi del surf, ossia quella che per noi era la pesca con il mare mosso! Due palle da 1 etto ciascuna, in bobina 40 diretto, poi 35 con parastrappi che erano vere funi da attracco. Poi ad onor del vero fu il buon Meloni che diede un impulso decisivo al confezionamento0 di un prodotto più adeguato. A mia opinione con il solo limite che quel prodotto fu confezionato e le misure furono prese al mare circostante la Sardegna. Insomma di strada se ne è fatta, grazie alla nostra dedizione, alle aziende che hanno precorso o seguito la nostra domanda.

Le orate? Si c’erano ma in molti uscivano con il barchino o il pedalò, depositavano le esche e poi in spiaggia per recuperi con fili che garantivano la massima sicurezza.

Le spigole? Mentre noi eravamo in spiaggia con attrezzature che consideravamo un vero status symbol, c’era ancora chi lanciava il filaccio nella schiuma.. e spesso erano vincenti!

L’ultima volta mi è capitato ad Orosei nel 1984; io tre canne a fondo a distanza diciamo lunga, accanto a me un tizio e non era il solito vecchietto di tanti acquerelli di pesca, con filaccioni e credo oloturia che tirava in secco belle oratozze, fino ad indurmi a cercare il pesce proprio lì a 5 metri. Poi l’agonismo è stata la formidabile sala prove per tante nuove soluzioni, piaccia o meno l’agonismo.

Allora salgo sulla vostra carrozza sperando di poter chiacchierare e fare molta strada insieme.

Mimmo

17 Risposte to “Un benvenuto a Mimmo Marfè”

  1. SPEED Says:

    Ciao Mimmo benvenuto a bordo .. e speriamo che la tua ventata d’ottimismo rialzi un pochino il morale di questa “ciurma di disperati” come noi e chissa magari … ci trovermeno tutti insieme in spiaggia a capire … cosa esattamente oggi non va!

    Ciao a tutti Speed.

  2. flower Says:

    ciao mimmo, un benvenuto anche da parte mia!!
    Io, che di pesca e soprattutto di surf ne capisco poco, spero di impare qualcosa dalla tua esperienza e, come ha detto speed, di condividere una pescata tutti insieme!

  3. gazzosa ovvero gazza dei 7 mari Says:

    ciao mimmo benvenuto fra noi……

    averti nel nostro forum e’ un bellissimo privilegio, ho comprato molti tuoi libri per cercare di scoprire qualche segreto in questo sport cosi’ bello e difficile ma per ora non ho avuto molta fortura nella pratica ma il gazza non molla mai….spero che un giorno riusciremo ad organizzare una bella uscita tutti insieme per noi sarebbe un sogno studiare il maestro da vicino…..ci conto

    un saluto ragazzi ci vediamo fra una decina di giorni me ne vado a tenerife una settimana speriamo di trovare qualcuno che faccia pesca sportiva cosi’ vi torno con una squalo fra le braccia!!!!!!

  4. delusione Says:

    Il surf è una bufala. Dopo 20 anni di pesca, di pesci grossi, medi e piccoli, ho costatato che la probabilità di fare un bel carniere (anche in termini di taglia) è sempre stata alta in condizioni di mare calmo o poco mosso. Col mare mosso io e tutti i miei conoscenti, statisticamente parlando, abbiamo sempre preso molto poco.
    Meditate gente… meditate….

    Delusione

  5. orata4me Says:

    Benvenuto a bordo anche a te “Delusione”.
    Credo che quello che dici sia tristemente vero, ma purtroppo non va circoscritto soltanto al mondo del Surfcasting.
    La verità è che sulle nostre spiaggie le soddisfazioni sono sempre più rare e tutto fa pensare che questa tendenza non finisca per migliorare nei prossimi anni.
    I discorsi che si potrebbero fare sono molti, dalle condizioni dei nostri mari alla pesca clandestina.
    Credo che le emozioni che comunque una giornata di mare riesce a darci siano comunque uniche a dispetto del carniere.

  6. mimmo marfè Says:

    per “delusione”. Amico mio, in parte hai ragione, ma in parte hai torto. In tanti anni ho compreso una cosa importante ossia che il nostro SURF casting è il surf praticato in Mediterraneo e non in oceano. Bisogna mappare le spiagge, sapere in quella condizione, in quella stagione, con quel tipo di mare, di marea, di luna, di pressione.. qualche volta si cattura, altre no. La notte? Molto più prodiga una bella mareggiata diurna. Le distanze? Apesso il epsce è a 10 metri anche su spiagge bassissime. Se ho ben capito in molti siete laziali, niente di più facile che organizzarsi. E se il mare è calmo, non sarà surf ma ci sia adegua. Mosso? Siamo agli spiccioli ma dalle mie parti anche a maggio, sulla spiaggia mappata dalla memoria, il pezzo da 3 chili non è affatto raro. Abbi fiducia che oggi, scusate l’eresia, ne riusciamo a catturare molto più che 20 anni orsono.
    Ciao Mimmo Marfè

  7. giuseppe Says:

    ciao mimmo sono un ragazzo di foggia..amo il surf..volelo solamente dire che per me sei un simbolo del surf italiano nel mondo..ti apprezzo tantissimo..continua così..a presto!ciao

  8. pio Says:

    spero che organizzi un’altra gara di pesca come quella che ci fù un paio di anni fà al borgo di s.anastasia da colleghi appartenente alla Polizia di Stato e forze dell’ordine in genere.Sono giortnate memorabili che incrementano la passione del surf..spero in una tua risposta a breve..
    un saluto dal comm.to vomero

  9. massimo Says:

    ciao ragazzi,ciao mimmo,
    sono di napoli e pratico…non dico surf,ma pesca dalla spiaggia si.volevo anche io entrare nel gruppo e se vi va parteciperei volentieri ad un “raduno”.ciao a tutti

  10. massimo Says:

    qualcuno conosce la mail di marfè?

  11. massimo Says:

    nessuno la conosce?
    raga’ la prox settimana andro’ a capo vaticano vicino tropea.
    consigli su tecniche esche e divieti?
    grazie

  12. SCAA Says:

    Mimmo Marfè ha un grande, grandissimo merito: far sognare, tramite i suoi scritti, chi legge e che per ovvie ragioni a pesca ci va poco o molto poco.
    Indubbiamente nel mondo dell’ editoria di settore è una ‘vecchia volpe’, sa perfettamente come si fa ‘il mestiere’: si è legato ad una azienda e questo gli permette di scrivere e divenire personaggio VIP al contempo.

    Che poi le argomentazioni tecniche a sua disposizione (assi nel taschino) non siano molte e che non sia tutta farina del suo sacco è cosa nota…i suoi sono articoli/racconto, pagine destinate a far sognare.
    Ho preso per mano il libro che racconta gli itinerari.
    In Corsica ha tralasciato diverse spiagge molto interessanti a discapito di alcune perfettamente impalpabili dal punto di vista delle catture.
    In Alto Adriatico ha fatto una frittata incredibile, spiagge dai nomi inventati, canne da bolentino destinate alla lunga distanza, foto di mormore secche e dritte che vengono su dall’ acqua asciutte. In Romagna pendolare e ripartita…Mimmo vieni a vedere dove si prendono le mormore più belle dal Po a Cervia e quante ne prendi e con che attrezzature…ti aspettiamo volentieri !
    Poi sulla Croazia non ho capito come, cosa e dove devo andare a pescare…ma ho capito che devo andare a vedere un sito…

    Mimmo, ti aspetto su articoli tecnici per davvero !

  13. alfredo bernaudo Says:

    ciao mimmo sono il maresciallo il nik che usavi quando facevamo gare con il neapolis vorrei avere tue notizie in quanto ora vivo a cesena ho abbandonato la pesca e vorrei riprenderenaturalmente nelle mie zone aspetto una tua risposta MAESTROOOOOOOOOOOOOOOOO e nel frattempo ti saluto ciao alfredo

  14. mimmo marfè Says:

    ciao ragazzi, come va? Si organizza qualcosa?
    mimmomarfe@fastwebnet.it

  15. mimmo marfè Says:

    ciao ragazzi, come va?Vi ho perso un pò di vista ma se vogliamo organizzare per me va benissimo
    mimmomarfe@fastwebnet.it

  16. Orata4me Says:

    Ciao Mimmo che piacere sentirti nuovamente… in realtà ci siamo persi di vista anche noi… stiamo uscendo molto piu raramente di prima ma ti assicuro che almeno per quanto mi riguarda la passione è rimasta la stessa… se vogliamo organizzare una uscitina credo che due o tre reduci del mio team riesco ad arruolarli…🙂
    Fammi sapere se ti va di organizzare a me farebbe veramente piacere…

    Un abbraccio.
    Walter

    P.S.
    Non postate su questo blog… è vecchio, quello vero è http://www.mareforzanove.it

    In saluto a tutti.

  17. Riccardo Says:

    Ciao Mimmo, mi manchi molto, soprattutto da quando non scrivi più per pescare mare. C’è possibilità che si riveda qualche tuo articolo ?

    Riccardo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: